skib FB Instagram
Italiano
Menu
Località sciistiche
I nostri servizi
Blog
Skib utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza online. Per maggiori informazioni puoi consultare l' Informativa sui Cookie.
Sciatore nella neve fresca

Consigli per sciatori esperti

Sugli sci, come nella vita, non si finisce mai di imparare. Ecco perché, anche uno sciatore ormai esperto, ha sempre modo di migliorare il proprio stile e la propria tecnica
Ecco quindi alcuni consigli per perfezionare il proprio modo di sciare e per affrontare al meglio ogni discesa, soprattutto quelle contrassegnate con il colore rosso o con il nero, ovvero le più ripide e difficili.

-Sfruttare sempre le lamine. Maggiore è la pendenza, maggiore è il controllo che uno sciatore esperto deve avere sui propri sci. Per riuscire a condurli quindi anche sui tracciati più complessi, è necessario sfruttare costantemente le lamine, andando in angolazione, ovvero piegandosi verso l’interno con le ginocchia. In questo modo le lamine creeranno una forza centripeta che permetterà di affrontare la curva con naturalezza.

-Controllare la posizione del baricentro. Uno degli errori più comuni, anche per uno sciatore esperto, è quello di spostare il baricentro quando si affronta un terreno ripido o non perfettamente battuto. Per sciare nel modo migliore quindi non sarà sufficiente la tecnica o l’attrezzatura più all’avanguardia, ma bisognerà tenere il corpo sempre in asse, facendo cadere il baricentro sempre in mezzo ai due sci e non lateralmente/verso l’interno.

-Alternare la sciata in conduzione al corto raggio. Lo sciatore esperto tende spesso a preferire la sciata in conduzione, su curve lunghe e terreni uniformi, dove ha il massimo controllo. Migliorarsi, però, vuol dire anche saper alternare a questo tipo di guida il corto raggio, che è l’ideale, oltretutto, per piste affollate e terreni ripidi e per imparare a gestire, indipendentemente dalla pendenza, la propria velocità. Per fare ciò occorre avere senso del ritmo, coordinazione e alternare con rapidità la fase di contrazione-chiusura curva a quella di decontrazione-inizio curva, senza dimenticare l’appoggio del bastoncino.

-Provare a sciare in switch. Gli sciatori esperti possiedono ormai un buon controllo dello sci, che può essere però consolidato dalla discesa in switch, ovvero all’indietro.
Partendo da fermi sarà necessario tenere lo sci a valle più arretrato dello sci a monte, posizione che permetterà di roteare la parte alta del corpo con naturalezza e di avere maggiore visuale, una condizione essenziale per le prime discese in switch. Per girare, poi, sarà sufficiente mettere gli sci a spazzaneve, in modo da avere maggiore stabilità ed equilibrio, con l’obiettivo, poco a poco, di arrivare a tenerli paralleli.

-Affrontare i salti con la giusta tecnica. Uno sciatore esperto sa che ogni salto va affrontato con determinazione e consapevolezza. Ecco perché, prima di tutto, è necessario assicurarsi di avere la giusta attrezzatura: scarponi e sci precedentemente preparati e, ovviamente, il casco. I dossi e le cunette più elevate prediligono un salto dritto, in cui busto rimane solido e le gambe creano una spinta decisa verso l’alto.
Le imperfezioni del terreno e i piccoli ostacoli, invece, vanno superati sfruttando l’elasticità: per prima cosa occorre spostare il peso verso la coda dello sci, poi portare le gambe il più possibile verso il petto, infine spostare il peso verso la punta.

Seguendo questi semplici consigli e con un po’ di pratica sarà possibile ottenere, in un breve periodo, dei miglioramenti rilevanti nella tecnica e nello stile, sviluppando anche un certo livello di eleganza nella sciata, l’ultimo traguardo di uno sciatore ormai esperto.

Invia un commento